L’alitosi: un problema sociale

L’alitosi: un problema sociale

24 Gen 2020

L’alitosi è un disturbo che si manifesta con l’emissione di un odore sgradevole attraverso l’atto respiratorio e la fonazione , è un problema molto comune  a prescindere dall’età e dal sesso e di cui si parla frequentemente anche nei vecchi trattati di Medicina , a dimostrare che questo problema accompagna da sempre l’uomo .  Anche nel cinema l’argomento è stato affrontato , come nel caso del film con Alberto Sordi , il Marchese del Grillo , dove la sorella del marchese , Camilla è un pericolo pubblico per il suo pesante fiato , ogni sua parola è un attentato per l’interlocutore , a causa di una sua micidiale alitosi . Ma se nella storia talvolta questo problema era un elemento divertente , nella realtà di tutti i giorni è invece uno dei disturbi più frequenti e odiosi .

Se poi si aggiunge che colpisce il 40% degli italiani , allora viene poco da riderci sopra anche in virtù del grave impatto sulla qualità della vita , talora con possibilità di evoluzione verso problemi psicogeni (alitofobia – 1,9% dei soggetti alitosici) . In pratica l’alitosi è in grado di condizionare la qualità di vita di un individuo soprattutto nella componente della socializzazione , creando spesso un forte imbarazzo.   L’odore sgradevole proveniente dalla bocca ha importanti implicazioni psicologiche , soprattutto per coloro che vengono informati di soffrirne , senza tenere conto inoltre delle difficoltà vissute dalle persone che gli vivono accanto . Molti dei soggetti che pensano di essere affetti da alitosi presentano una tendenza alla psico – somatizzazione della condizione , sebbene il cattivo odore non sia percepito dagli altri (pseudo alitosi – 21%) .

Alcuni individui non credono che il loro problema possa essere eliminato e persistono nel lamentare la continua presenza del loro sintomo anche dopo il trattamento (alito fobia) . L’alito fobia , in realtà è una forma psicogena , ed interessa , fortunatamente , una piccola minoranza (1,9%) mentre , purtroppo , nella maggior parte dei casi i soggetti affetti da alitosi non si rendono conto del problema e non se ne curano ! In circa l’80% dei casi , l’alitosi è determinata dal cavo orale a causa della permanenza di residui di cibo tra i denti e alla loro trasformazione metabolica (putrefazione) da parte dei batteri presenti su cripte tonsillari , denti e lingua . Altre cause sono rappresentate dalla presenza della placca dentale e del tartaro , di denti cariati con polpa necrotica o denti con otturazioni infiltrate . Nel restante 20% dei casi le cause sono extraorali come le patologie delle alte e basse vie respiratorie , le patologie gastrointestinali (reflusso) , le malattie sistemiche (diabete mellito , epatopatie) , i farmaci e il fumo .

Da sottolineare , qualora ce ne fosse bisogno, che alcuni alimenti come la cipolla , l’aglio e alcune spezie tendono ad aumentare l’alitosi transitoria . Questi alimenti , una volta metabolizzati , producono composti maleodoranti che vengono rilasciati nel circolo sanguigno ed espulsi attraverso l’aria polmonare . Se l’alitosi è presente soprattutto la mattina al risveglio , è utile effettuare una colazione con cibi solidi che rimuovono il biofilm sopra linguale , con aggiunta di frutta che stimola la salivazione . Durante la giornata , bere molta acqua può essere utile perché aumenta la salivazione . Inoltre risulta efficace contro l’alitosi mangiare frutta e verdura , ridurre il consumo di carne e integrare con fermenti lattici concentrati per ripristinare la flora batterica oro – gastro – intestinale . Per arginare questo grave problema dobbiamo lavare i denti dopo ogni pasto/spuntino , usare sempre il filo interdentale per rimuovere residui di cibo tra i denti , pulire il dorso della lingua con speciali spazzolini , sciacquare la bocca con collutori specifici , rimuovere vecchie e debordanti otturazioni, sottoporci con regolarità a sedute di igiene orale professionale .

Le Ultime News

I fillers nell’estetica del sorriso
11 Feb 2020

Le labbra sono una componente essenziale della simmetria ed estetica facciale e sempre più donne richiedono un aumento di volume […]

Riaddrizziamo i denti
29 Gen 2020

Avere denti dritti e ben allineati non è solo una esigenza estetica , ma anche e soprattutto avere una bocca […]

Quando il dente è sensibile
29 Gen 2020

L’ipersensibilità dentale è una delle patologie odontoiatriche più diffuse .  L’ipersensibilità si manifesta con la percezione di fastidio e/o dolore […]

Open chat
Hai bisogno di aiuto?