LA MEDICINA ESTETICA DAL DENTISTA

LA MEDICINA ESTETICA DAL DENTISTA

04 Apr 2024

Fino a poco tempo fa, nell’ambito della medicina estetica, gli odontoiatri erano limitati nei trattamenti, al terzo medio ed inferiore del volto, ma con la nuova legge (DL 30 marzo 2023, n. 34) le loro competenze si estendono anche al terzo superiore del viso. In pratica, gli odontoiatri possono esercitare le attività di medicina estetica non invasiva o mininvasiva a tutto il viso. L’alta comprensione anatomica e fisiologica, fornisce una solida base per mettere in atto tecniche di medicina estetica, come l’iniezione di filler e di tossina botulinica, che richiedono precisione ed una profonda conoscenza dell’anatomia facciale per minimizzare i rischi e massimilizzare i risultati estetici. Inoltre, la pratica odontoiatrica quotidiana sviluppa abilità manuali ed una accuratezza visiva che sono essenziali per eseguire con successo procedure estetiche delicate. La gestione del dolore, un’altra componente chiave acquisita dai dentisti, è cruciale anche nella medicina estetica per migliorare l’esperienza del paziente. Nella pratica odontoiatrica quotidiana, si osserva un interesse sempre più marcato verso l’adozione di procedure di medicina estetica finalizzate al perfezionamento estetico del sorriso e delle caratteristiche del viso. Gli interventi includono il trattamento del cosi detto “gummy smile” (sorriso gengivale), la correzione di un mento retruso, l’armonizzazione di un profilo piatto o di un mascellare appiatito, nonché l’ottimizzazione di forma e volume delle labbra (l’intervento più richiesto). Le due principali metodologie adottate per trattare le disarmonie estetiche del viso sono i filler, ovvero dispositivi medici impiantabili a livello cutaneo o sottocutaneo che apportano volume e la tossina botulinica, farmaco con effetto miomodulatore, usato molto per il suo effetto di riduzione della visibilità delle rughe. A queste metodologie si aggiunge anche la metodica di biorivitalizzazione e bioristrutturazione della pelle insieme all’applicazione di peeling chimici per migliorare la qualità cutanea. La medicina estetica è un campo in continua e rapida evoluzione, è importante restare aggiornati sulle ultime tecniche, prodotti e protocolli di sicurezza ma soprattutto avere una padronanza della materia, una spiccata manualità ed una educazione e valutazione dei pazienti sui benefici o meno dei trattamenti estetici, se questi possono (o no) migliorare il loro benessere complessivo oltre che l’estetica fine a se stessa. Gli odontoiatri che praticano la medicina estetica devono conservare l’approccio scientifico e rigoroso, lo standard elevato di trattamento nelle terapie estetiche del viso cosi come già molto consolidato nelle altre branche dell’odontoiatria (chirurgia implantare, protesi, ortodonzia ecc…), porre molta attenzione alla salute, alla prevenzione, al benessere dei pazienti, che ha reso l’odontoiatria italiana tra le migliori al mondo.     

Le Ultime News

LA MEDICINA ESTETICA DAL DENTISTA
04 Apr 2024

Fino a poco tempo fa, nell’ambito della medicina estetica, gli odontoiatri erano limitati nei trattamenti, al terzo medio ed inferiore […]

ODONTOIATRA ED OSTEOPATA
12 Dic 2023

L’osteopatia è una terapia che consiste nella manipolazione di alcune parti del corpo ( in particolare la schiena , il […]

IMPRONTA DIGITALE : LO SCANNER
26 Ott 2023

Che cosa è uno scanner intraorale : è un dispositivo che esegue una scansione del cavo orale, tramite una “micro […]

Hai bisogno di aiuto?