CELIACHIA E CAVO ORALE

CELIACHIA E CAVO ORALE

27 Apr 2022

La malattia celiaca è una patologia infiammatoria cronica che colpisce , in toto o parzialmente , la mucosa dell’intestino tenue ma che spesso presenta delle manifestazioni a livello del cavo orale e quindi di competenza odontoiatrica ,da un punto di vista diagnostico. Si manifesta in individui (geneticamente predisposti) in seguito all’assunzione di glutine , un complesso di glicoproteine contenuto in diversi cereali quali il grano , l’orzo e la segale . E’ caratterizzata dalla presenza di un infiltrato infiammatorio cronico , con stravolgimento della normale architettura della mucosa intestinale fino all’atrofia , cui conseguono gradi diversi di malassorbimento e malnutrizione . E’ una malattia relativamente frequente che  viene diagnosticata in una percentuale di casi di gran lunga inferiore rispetto a quella reale . La malattia celiaca può insorgere in qualsiasi periodo della vita , sebbene nella sua forma classica si manifesti solitamente tra il sesto e il dodicesimo mese di vita ,( svezzamento) , quando il bambino passa da una alimentazione esclusivamente lattea a un’altra composta per lo più da cibi contenenti glutine . Le manifestazioni cliniche sono molto varie poiché , oltre ai classici sintomi gastrointestinali e di malassorbimento , quali diarrea , dolori addominali , vomito , anoressia e arresto della crescita , ne possono essere presenti anche altri più o meno evidenti e sfumati , come malessere generale , anemia , stomatite aftosa ricorrente e anomalie dello smalto , queste ultime due di interesse e competenza odontoiatrica . Pertanto , occorre prestare attenzione ai segni come la comparsa e il persistere di afte orali , la bassa statura e le anomalie dello smalto dei denti . Il glutine di per se ha uno scarso valore nutrizionale a causa della carenza di amminoacidi essenziali ,tuttavia , poiché consente alle farine di grano di formare con l’acqua un impasto resistente ed elastico , è importante nel processo di produzione del pane. Quindi la strategia da attuare nei soggetti celiaci consiste esclusivamente nell’instaurare una dieta totalmente priva di glutine , che permette la regressione fino alla scomparsa di tutti i sintomi della malattia . Un aspetto di grande rilievo nel quadro generale delle manifestazioni cliniche associate alla malattia celiaca riguarda i segni rilevabili nel cavo orale . La cavità orale  può essere interessata da numerose anomalie nei pazienti affetti da malattia celiaca . Dal momento che il cavo orale è estremamente semplice da visitare ed ispezionare , le lesioni in questa sede possono essere di ausilio per una diagnosi precoce  .  Nell’ambito di tali alterazioni si osservano lesioni a carico sia dei tessuti molli , quali afte ricorrenti ( tre volte più frequenti rispetto alla popolazione generale ) , la glossite atrofica ( atrofia delle papille linguali che conferiscono alla stessa un aspetto liscio ) causata generalmente da deficit di vitamine del gruppo B , manifestazioni orali di dermatite erpetiforme , la sindrome di Sjorgen ; sia dei tessuti duri , quali ritardo nell’eruzione e nella permuta e anomalie dello smalto dentario .  Le lesioni aftose presentano caratteristiche sovrapponibili nei pazienti affetti da malattia celiaca e in quelli non affetti da tale patologia . Per quanto attiene alle alterazioni dello sviluppo dentale l’ipoplasia dello smalto è il segno perenne di alterata mineralizzazione dello smalto . Il fenomeno ipoplastico può manifestarsi , a seconda della gravità , da un semplice mutamento del colore verso il bianco gessoso o verso il grigio e il bruno ( più raramente ) , fino ai gravi casi di assenza completa dello smalto . Secondo alcuni , l’osservazione clinica del danno dello smalto potrebbe essere utilizzata anche nello screening di massa per selezionare i soggetti da sottoporre agli esami di laboratorio al fine di effettuare diagnosi più precoci . In definitiva i segni clinici propri del cavo orale non sono patognomonici della malattia , ma possono suggerire sicuramente approfondimenti diagnostici .  Quindi , la ricerca e il rilievo di tali segni da parte dell’odontoiatra , riveste una notevole importanza soprattutto nell’identificazione dei casi atipici , silenti o potenziali di malattia celiaca che spesso sfuggono alla diagnosi , allo scopo di instaurare una terapia adeguata e prevenire complicanze , talvolta anche gravi .

 

 

Le Ultime News

COME LAVARE CORRETTAMENTE I DENTI
09 Ago 2022

Una corretta igiene orale è di fondamentale importanza per evitare la formazione di carie .Lo scopo principale è quello di […]

POSTURA E CAVITA’ ORALE
23 Giu 2022

Cosa è la postura : è la posizione che il corpo assume per controbilanciare la forza di gravità  con un […]

CEFALEA E CAVO ORALE
13 Giu 2022

Molti hanno provato la spiacevole esperienza del mal di testa o cefalea . Esistono due tipi di cefalea ,  cefalee […]

Hai bisogno di aiuto?