Piccoli consigli per avere una bocca sana

Piccoli consigli per avere una bocca sana

24 Gen 2020

In odontoiatria la prevenzione è fondamentale per avere una bocca sana ed un sorriso perfetto , ma assieme alla stessa e ai periodici controlli specialistici , sapere e fare tesoro di alcuni consigli aiuta a raggiungere il successo con maggiore facilità . In realtà la prevenzione dovrebbe prendere avvio dalla gravidanza e proseguire per tutto il resto della nostra vita . Nello specifico la gravidanza rappresenta un momento molto delicato per la salute della bocca per via dell’aumento del livello di alcuni ormoni (progesterone e estradiolo) che favoriscono la proliferazione batterica nel cavo orale e l’instaurarsi della carie e delle infiammazioni gengivali , le stesse spesso favorite da probabili episodi di vomito e dalla frequente tendenza a mangiare fuori pasto . Da qui la necessità di una scrupolosa igiene orale in gravidanza non solo per il benessere della gestante ma anche per la salute del cavo orale del nascituro .

Da sapere che i denti da latte (le gemme) iniziano a formarsi alla sesta settimana di vita intrauterina , mentre quelle dei denti permanenti al terzo mese . Altra importante precauzione che la mamma deve avere nei confronti del piccolo è quella di evitare o ridurre il contatto batterico salivare (ad esempio pulire con la sua bocca il ciuccio caduto per terra o assaggiare la pappa utilizzando lo stesso cucchiaio che poi userà per introdurlo nella bocca del piccolo) . Durante lo svezzamento è bene pulire , con una piccola garza , le gengive del bambino che sarà , questa azione , da preludio per l’utilizzo dello spazzolino non appena saranno erotti i primi dentini da latte . Ed a proposito di spazzolino qualche breve consiglio . Fate attenzione alle setole , le migliori sono quelle arrotondate in punta perché non irritano la gengive , la durezza delle stesse deve essere “media” , infatti quelli morbidi non rimuovono nulla e quelli duri alla lunga creano danni alle gengive.

E gli spazzolini elettrici ? Sicuramente fanno risparmiare tempo , ma una corretta tecnica manuale di spazzolamento è insuperabile (dall’alto verso il basso e viceversa e mai orizzontalmente) . Per quanto attiene al fedele compagno dello spazzolino , il dentifricio (ne consumiamo otto tubetti pro capite l’anno) entrambi sono i protagonisti della nostra igiene orale quotidiana . Ma pochi sanno cosa c’è davvero dentro un tubo di dentifricio e lo comprano casualmente , spesso influenzati dalla pubblicità o dal gradevole sapore . Da sapere che un dentifricio è composto da detergenti , da dolcificanti o aromi che hanno la funzione di apportare un sapore gradevole al prodotto e lasciare un alito fresco e profumato . Inoltre in tutti i dentifrici è presente il fluoro che è un minerale che ha lo scopo di rinforzare lo smalto dei denti . Occhio a quelli sbiancanti , pochi lo sono per davvero ! Al mattino fate attenzione al saccarosio durante la vostra colazione , è nemico dei denti . Da tradizione la nostra colazione è dolce , ma ricordate che il normale zucchero da tavola (saccarosio) è il più dannoso in assoluto per i vostri denti seguito dal glucosio , maltosio , lattosio e fruttosio (che è il meno pericoloso) . Quando ingeriamo alimenti che contengono zuccheri , la nostra saliva diventa per 30 minuti acida e apre le porte alla formazione della carie perché lo smalto diventa più debole . Altri alimenti che meritano attenzione sono i succhi di frutta e le bevande gassate che mettono a rischio la salute dei denti dei bambini se assunti quotidianamente; infatti essi portano ad una progressiva perdita dello smalto con conseguente erosione .

Le bevande più sane e più sicure per i nostri denti sono l’acqua e il latte . Dopo avere pranzato è buona norma lavare i denti per evitare il ristagno e la fermentazione del cibo nella nostra bocca , ma se non avete questa possibilità , perché siete fuori casa (anche se potreste munirvi di un pratico spazzolino da viaggio) , masticate un chewing gum (senza zucchero!) . In linea generale prediligere sempre i cibi duri che ci costringono a masticare a lungo e aiutano la saliva nella pulizia della bocca (sedano , carote , pane e pasta integrali) .Almeno la sera , dopo cena , dopo  aver lavato i denti , prendete la sana abitudine di utilizzare il filo interdentale.

Infine il collutorio, utilizzatelo  dopo avere eseguito una pulizia professionale o nel corso di infiammazioni gengivali o sedute odontoiatriche , perché svolge una azione antibatterica .

Le Ultime News

I fillers nell’estetica del sorriso
11 Feb 2020

Le labbra sono una componente essenziale della simmetria ed estetica facciale e sempre più donne richiedono un aumento di volume […]

Riaddrizziamo i denti
29 Gen 2020

Avere denti dritti e ben allineati non è solo una esigenza estetica , ma anche e soprattutto avere una bocca […]

Quando il dente è sensibile
29 Gen 2020

L’ipersensibilità dentale è una delle patologie odontoiatriche più diffuse .  L’ipersensibilità si manifesta con la percezione di fastidio e/o dolore […]

Open chat
Hai bisogno di aiuto?
Powered by